Cura carcinoma prostata metodo knife set

cura carcinoma prostata metodo knife set

To browse Academia. Skip to main content. You're using an out-of-date version of Internet Explorer. Log In Sign Up. Bruna De Marco. Cura del cancro, basi cliniche e indicazioni cliniche alla radioterapia. Equipe di radioterapia, operatori e loro ruoli; ruolo cura carcinoma prostata metodo knife set RT Radiation Therapist riconosciuto nel rapporto del dall'ICRP, necessità e scopi delle sotto-specializzazioni interne alla disciplina. Attribuzioni professionali del tecnico di radiologia in radioterapia oncologica. Deontologia del Tecnico e rapporto Tecnico — Paziente. Informazione e consenso in radioterapia. Aspetti psicologici del paziente curato con radioterapia e ruolo della psicooncologia. Basi fisiche della radioterapia. Basi radiobiologiche della radioterapia. Simulatore per radioterapia: aspetti cura carcinoma prostata metodo knife set e abilità specifiche del Tecnico nella fase di simulazione. Acceleratore lineare: aspetti tecnici, abilità specifiche del tecnico nella fase di esecuzione del trattamento radioterapico. Brachiterapia e compiti specifici del tecnico.

Per quanto riguarda le macchine disponibili esistono acceleratori lineari linac e 38 apparecchiature in grado di eseguire tecniche speciali: la media nazionale è di circa 6 linac per milione di abitanti ma la loro distribuzione sul territorio varia sensibilmente da regione a regione.

Globalmente nelle regioni del Nord esistono linac pari a 6,7 linac per milione di abitantinel Centro 99 linac pari 7,4 linac per milione di abitanti e nel Sud e nelle isole 94 linac pari a 4,9 linac per milione di abitanti. È evidente pertanto una disomogeneità territoriale con alcune regioni che raggiungono, a volte superandoli, gli standard europei che prevedono dalle 7 alle 8 macchine di alta energia per milione di abitanti ed altre che sono molto al di sotto di essi.

Concludendo, è possibile indicare come sia necessaria in generale, una Struttura complessa di radioterapia ogni abitanti, e di un linac ogni abitanti. Invece, utilizzando diverse sequenze di immagini ottenute con click to see more risonanza magnetica, il tumore e il confine tra esso e i tessuti sani circostanti vengono definiti in modo più preciso: per questo motivo, le immagini di risonanza magnetica possono fornire una descrizione migliore del volume bersaglio che si andrà a colpire durante il trattamento radioterapico vedi figura 4.

Un altro vantaggio dell uso della risonanza magnetica rispetto alla tomografia computerizzata sta nella capacità di evitare gli artefatti ossei e metallici: cura carcinoma prostata metodo knife set artefatto, conduce a immagini con erronee rappresentazioni dell anatomia del paziente che, se non riconosciute, possono determinare errori nella diagnosi.

Per esempio, le larghe e spesse ossa corticali possono attenuare le radiazioni e ridurre la qualità nella visualizzazione dei tessuti molli circostanti, spesso oscurando l identificazione del tumore collocato nelle vicinanze.

Le immagini di risonanza magnetica possono essere utilizzate per valutare se il tumore analizzato fa parte del tessuto che è già stato trattato, oppure sia un evoluzione del tumore stesso nella zona già irradiata, e in quest ultimo caso stabilire se iniziare un trattamento anticipato rispetto al previsto o meno. Un riassunto delle caratteristiche positive e negative dell utilizzo della risonanza magnetica come tecnica di imaging è rappresentato in tabella 1: Tabella 1 Vantaggi e svantaggi cura carcinoma prostata metodo knife set uso di immagini di risonanza magnetica per la pianificazione del trattamento radioterapico.

Benché la risonanza magnetica sia una tecnica vantaggiosa e allettante per la pianificazione di un trattamento radioterapico, vi sono alcuni problemi che devono essere presi in considerazione per quanto riguarda la detezione del volume bersaglio, o per aspetti che riguardano le poche informazioni sulla densità degli elettroni presenti nella zona analizzata, e alcune potenziali distorsioni delle immagini di RM.

È da tener presente, che cura carcinoma prostata metodo knife set regioni anatomiche come quella pelvica, del collo o del torace, è possibile assegnare un numero preciso corrispondente all attenuazione dei raggi X solo con l ausilio di immagini TC, perché sono zone in cui sono presenti in quantità considerevole, aria, ossa e vari tessuti.

Una soluzione a questo problema, è quella di creare un unica immagine a partire da due di risonanza magnetica e tomografia computerizzata, che abbia informazioni derivanti da entrambe le tecniche, in modo da calcolare la dose di radiazioni da erogare nel modo più preciso possibile vedi figura 4. Figura 4 Caso di cancro alla prostata, visione sagittale con immagini di tomografia computerizzata ae di risonanza magnetica b.

È presente anche una notevole distinzione tra la prostata e le strutture adiacenti come il diaframma urogenitale, il retto, e la cura carcinoma prostata metodo knife set con l immagine RM piuttosto che con quella TC. Le distorsioni delle immagini di RM possono essere classificate in due categorie: relative al sistema o indotte dall oggetto.

Figura 5 Illustrazione delle varie forme di distorsione nelle immagini di risonanza magnetica attraverso un alimentazione phantom costituita da una serie di tubi complanari riempiti d acqua, incorporati in un solido di plastica circolare PMMA. Gli effetti della distorsione di sistema sono mostrati nelle curve apparenti dei tubi A e nella scomparsa delle linee in B, la quale è attribuita alla distorsione causata dalla curvatura del piano immagine.

Le distorsioni da suscettività magnetica sono riportate nella porzione C a causa della presenza del supporto di plastica, che forma distorsioni là dove i tubi entrano. Le distorsioni relative al sistema, sono dovute a diversi fattori correlati tra loro e tutti riconducibili a imperfezioni del magnete, del sistema operativo, e della procedura di ricostruzione dell immagine. Altri fattori che contribuiscono sono: la presenza di disomogeneità con il campo magnetico, la non linearità del gradiente del cura carcinoma prostata metodo knife set magnetico applicato, e la presenza di correnti parassite nel momento in cui applico i gradienti o accendo e spegno la macchina.

In generale, gli effetti delle distorsioni relative al sistema, sono trascurabili al centro del campo magnetico, ovvero nella zona in cui esso è più omogeneo, e aumentano con il diminuire dell omogeneità del campo magnetico, cioè in periferia vedi figura 5. Le distorsioni indotte dall oggetto, riguardano la suscettività magnetica e lo spostamento chimico, detto anche chemical shift. Per minimizzare e correggere queste distorsioni sono presenti sul mercato software appositi. Le distorsioni relative al sistema possono essere quantificate e mappate con un apposito spettro, ottenuto da una sequenza di markers 3D, che cura carcinoma prostata metodo knife set l immagine del volume che vengono utilizzate per la pianificazione del trattamento radioterapico.

Una seconda serie di markers è disposta per coprire le zone periferiche del campo magnetico, e correggere le distorsioni presenti. Sono presenti anche altri markers sulla superficie del paziente per correggere le distorsioni indotte dall oggetto. Quindi, check this out posizione di tutti i markers è mappata utilizzando un algoritmo apposito.

In conclusione, per diminuire il più possibile le distorsioni relative al sistema, è opportuno disporre il paziente, o la zona di interesse, al centro del campo magnetico. Alcune domande che bisogna porsi prima di effettuare un trattamento radioterapico coadiuvato dalle immagini di risonanza magnetica, sono riportate in tabella 2: Tabella 2 Domande necessarie da porsi nella scelta dell imaging a risonanza magnetica per un trattamento radioterapico.

Attraverso le immagini di risonanza magnetica, riesco a catturare le variazioni del volume analizzato in ogni fase del ciclo di respirazione, senza fornire ulteriori radiazioni al paziente, ottenendo immagini prive degli artefatti presenti in quelle ottenute per tomografia computerizzata.

Con la cine-2d MRI, si acquisiscono immagini su una fetta della zona anatomica considerata, con orientazione arbitraria, ripetendo l acquisizione più volte nel tempo; con la 4D MRI, che concettualmente è simile alla cine-2d MRI, si considera l intero volume, e non la singola fetta, nell immagine da acquisire. Attraverso uno studio Amit, S. In more info modo sono stai ottenuti velocemente sequenze di immagini dell intero volume di un polmone, per analizzare i reali movimenti e le deformazioni durante il ciclo respiratorio.

Il progresso della tecnologia nella risonanza magnetica, ha permesso di ottenere immagini dell intero polmone in una frazione di secondo, cura carcinoma prostata metodo knife set poter analizzare il suo movimento e riuscire a valutarne i cambiamenti ciclo per ciclo, in immagini 3D.

Tabella 3 Riassunto dei parametri registrati con l acquisizione di immagini di risonanza magnetica su pazienti affetti da cancro ai polmoni. Figura 6 Immagini RM acquisiti in tempo reale con vista coronale a e sagittale b dal paziente 1, che presenta un tumore di 40 mm circa di diametro indicato dalla freccia, nel lobo sinistro inferiore. Immagini La figura 6 a e b è relativa al paziente 1, la figura 6 c e d al paziente 2: il tempo di acquisizione per immagine varia da circa 0.

La figura 7 a sottostante, mostra un frame delle acquisizioni sul paziente 2, nella figura 7 bla stessa zona viene rappresentata e renderizzata in quattro fasi respiratorie diverse: Figura 7 Immagine a : acquisizione 3D del paziente 2.

La freccia indica il tumore e l icona in basso a destra indica l orientamento dell immagine rispetto alla posizione del corpo. Immagini b : quattro fasi respiratorie del paziente renderizzate. Infine, nella figura 8 vengono riportate le traiettorie della variazione della posizione del tumore nel tempo, durante un ciclo di respirazione del paziente.

Nel paziente 1 pannelli a e bsi constata che il movimento del diaframma è per lo più solidale con il centro della massa del tumore; il movimento di ogni singolo punto del confine del tumore considerato è solidale con il movimento del centro dello stesso, indicando l assenza di significative variazioni o rotazioni della massa durante la respirazione. Nel paziente 2 pannelli b e csi osserva che, mentre la respirazione è regolare, come verifico dall andamento del movimento del diaframma nel tempo, il movimento del centro della massa del tumore non è correlato cura carcinoma prostata metodo knife set quello del diaframma.

Inoltre, il movimento del centro del tumore considerato non è correlato a quello di ogni singolo punto del confine di esso. Concludendo, si osserva che la qualità dell immagine, che definisce il volume https://behind.naeh.bar/2047.php tumore rispetto ai tessuti circostanti, è ottimale per acquisizioni rapide nel tempo, necessarie durante il ciclo respiratorio e quindi attraverso l utilizzo della IGRT è Per evitare gli artefatti ossei dei denti o della scatola cranica, che si avrebbero utilizzando le immagini di tomografia computerizzata, si utilizzano quelle di risonanza magnetica, che forniscono un eccellente distinzione tra i tessuti molli, delineano con grande qualità il confine del tumore e danno informazioni di tipo biologico utili ai fini della terapia.

È stato compiuto uno studio su 8 pazienti affetti da cancro nelle zone della testa, del collo o vicino ad essi, il cui obbiettivo era quello di identificare quale fosse la tecnica di imaging migliore per affrontare la radioterapia Manil, S.

Tabella 4 Elenco dei pazienti e delle caratteristiche cura carcinoma prostata metodo knife set loro tumori. Il caso esaminato è quello di un paziente con cellule squamose non molto differenziate di un carcinoma alla base della lingua, trattato con contemporaneamente con chemioterapia e radioterapia.

La immagini sono di baseline le prime ad essere acquisiteall 11 frazione, e ala 21 frazione. La scala di colore rappresenta l indice di FDG. Tutti i pazienti cura carcinoma prostata metodo knife set tabella 4 e figura 9 sono stati sottoposti a radioterapia per 35 giorni, divisi in un periodo di 7 settimane.

Le immagini di baseline sono le immagini di riferimento e le prime ad essere ottenute, dopodiché sono state acquisite quelle appartenenti all 11 frazione dopo 3 giorni e infine quelle della 21 frazione a 2 o 4 settimane dopo l inizio della radioterapia. Nella figura 9 antecedente, sono riportate le diverse modalità di acquisizione di immagini del paziente 7. Tutti questi tipi di immagini possono essere validi candidati nel descrivere la prima risposta al trattamento: vera buona per il cancro prostata futuro, si cercherà di stabilire quale sia la combinazione di tecniche cura carcinoma prostata metodo knife set adatta per individuare l assestamento del tumore durante la radioterapia.

Per ora, le immagini di risonanza magnetica, da sole o in combinazione con altri tipi di immagini, rimangono le più affidabili e precise da utilizzare cura carcinoma prostata metodo knife set la radioterapia. Figura 10 Esempio di un paziente con un mengioma alla base del cranio. L immagine illustra le differenze nel delineare l assetto del tumore con la risonanza magnetica e la tomografia computerizzata.

La ricostruzione tridimensionale del CTV definito con la TC in giallo, e quello in rosso con la RM, dimostra come la rappresentazione spaziale del tumore sia diverso, e a tratti complementare, con l utilizzo di queste due tecniche di imaging.

In particolare il CTV rappresentato con la RM si estende anche lateralmente, a differenza di quanto rappresentato con la TC Tumore alla prostata I limiti delle immagini TC nel definire il contorno del tumore alla cura carcinoma prostata metodo knife set, possono essere superati da cura carcinoma prostata metodo knife set di risonanza magnetica, le cura carcinoma prostata metodo knife set definiscono lo stadio del tumore e i contorni dell apice prostatico.

Cura carcinoma prostata metodo knife set capsula prostatica è meglio visualizzata con l immagine MR, e il tumore e l estensione extracapsulare è visibile a sinistra della zona periferica della ghiandola prostatica, mentre non è visibile nell immagine a effettuata con tomografia computerizzata. Inoltre, anche la struttura della zona interna della prostata è visibile con MR e non con CT. Figura 12 Vista coronale di un esempio di cancro alla prostata con tomografia computerizzata a e risonanza magnetica b.

Al centro: immagine MR T2-weigthed. Linfonodi mammari interni La catena linfonodale mammaria interna è situata entro i 4 cm laterali allo sterno, nei primi spazi intercostali. La dose prescrivibile, in assenza di malattia microscopicamente evidenziabile, è di Gy, somministrati con frazionamento convenzionale.

LA RADIOTERAPIA GUIDATA DALLE BIOIMMAGINI DI RISONANZA MAGNETICA

È bene ricordare che ogni trattamento deve essere costruito in modo tale che i benefici attesi per la paziente siano maggiori rispetto agli eventuali danni o alle complicanze.

Lo scopo dei controlli clinici durante la RT, di solito settimanali, è quello di valutare le condizioni di salute della paziente, la tolleranza dei tessuti sani, registrare eventuali reazioni o sintomi riferiti, ed impostare la terapia di supporto.

Il monitoraggio degli effetti collaterali deve anche essere eseguito, seppur in minima parte, dal TR osservando la paziente durante il posizionamento e ponendo alla paziente alcune domande sullo stato di salute o su eventuali alterazioni o modificazioni da lei notate. Sporadicamente possono essere riferiti sintomi di lieve entità nausea, vomitoche non interferiscono con il proseguimento della RT. Con il frazionamento della dose, si registra un aumento dei livelli di tolleranza da parte della cute, infatti, i fenomeni di desquamazione sono in genere limitati e reversibili.

Cura carcinoma prostata metodo knife set gli effetti tardivi, relativi alla cute, che si possono presentare vi sono: alterazioni della pigmentazione, atrofia, fibrosi, telangiectasie soprattutto nella sede del sovradosaggio con elettroni. Durante il trattamento si rileva di norma un aumento di temperatura al termotatto. Una sicura ripresa del quadro mammografico normale si ha in genere dopo circa un anno.

Tossicità di grado I. Tossicità di grado III. Risultato cosmetico ottimale. Le tossicità elencate di seguito non sono invece rilevabili direttamente dal TR in quanto si manifestano nella maggior cura carcinoma prostata metodo knife set dei casi a distanza di tempo dalla fine del trattamento radiante e spesso sono asintomatiche.

Il meccanismo del danno cardiaco da radiazioni sembra essere principalmente di tipo ischemico. Con il miglioramento tecnico e dosimetrico attualmente disponibile, la sofferenza del plesso è rara e quando questa insorge, deve far pensare più ad una ripresa di malattia che a tossicità. Il rischio di plessopatia è correlato alla dose totale, al frazionamento e al volume di plesso brachiale irradiato. Sono descritte in letteratura fratture costali patologiche cioè non dovute a traumi efficienti in pazienti sottoposte a RT della parete toracica.

Le neoplasie secondarie sono rappresentate da sarcomi, leucemie acute e tumori della mammella controlaterale. Seconda cura carcinoma prostata metodo knife set dopo il carcinoma del seno nelle donne. Tendenza: stabile-regrediente negli uomini. Incidenza massima: anni.

Frequenza: - United Kingdom: Non resta confinato nei limiti di uno lobo. Non segue solo l'albero bronchiale. C'è una connessione diretta con - l'ascella - organi dell'addome superiore. Asbesto sostanza cancerogena ha un'azione sinergica con il fumo. Il materiale radioattivo, per esempio il radon e l'uranio. I sintomi aspecifici: - Perdita ponderale. Sindrome paraneoplastica cattiva prognosi Di diverso tipo - endocrino - Coagulotica tromboflebite - Cutanea acanthosis nigrans - Renale - Ematologico anemia, trombocitosi - Embolia polmonare 5.

La crescita locale: Per continuità - nella parete toracica soprattutto apicale. Metastatizzazione a distanza vasi sanguigni, vasi linfatici Potenzialmente dappertutto ma soprattutto - al fegato - allo scheletro - ai reni e surreni - al cervello molto frequente E' prognosticamente importante distinguere il carcinoma non microcitoma cura carcinoma prostata metodo knife set a piccole cellule e il carcinoma microcitoma piccole cellule : i tumori microcitomi evolvono molto più rapidamente cura carcinoma prostata metodo knife set hanno una predilezione per la metastatizzazione ematogena e a livello del midollo osseo.

Secondari: - Istologia - Grandezza del tumore primario - Sesso 9. I non microcitomi: Criteri di operabilità: - Medicina interna. Funzione polmonare. Resecabilita esclusa se adenopatie contralaterali, adenopatie sovraclaveari, versamento pleurico maligno, paresi nel nervo ricorrente.

Tipo di intervento: cura carcinoma prostata metodo knife set Pneumonectomia di regola - Lobectomia per i casi selezionati con un tumore sufficiente periferico. La chirurgia è cura carcinoma prostata metodo knife set solo per casi molto selezionati e anche in questi casi le indicazioni sono ancora oggetto di studio.

Stadio I: please click for source radioterapia postoperatoria. Esclusiva Solo se il tumore è inoperabile o il paziente è inoperabile.

Condizione di curabilità: - Nessuna metastasi. Risultati: Controllo locale migliora la sopravvivenza Controllo locale dipende dalla this web page applicabile - La recidiva locale dopo 40 Gy è di ca. Lobo superiore: - Fossa sovraclavicolare, mediastino e ileo contro-laterale - 2 Corpi vertebrale sotto la carena tracheale - 2 cm di margine lateralmente al tumore.

Lobo medio inferiore: - Mediastino e ileo contro-laterale.

cura carcinoma prostata metodo knife set

Dosaggio: Frazionamento: 1. Cura carcinoma prostata metodo knife set Chemioterapia esclusiva o Chemioterapia e Radioterapia Non ci sono vantaggi solo con la chemioterapia, con combinazione chemio-radioterapia, continue reading nessun risultato chiaro a favore della terapia neoadiuvante. Adiuvante postoperatoria : La monochemioterapia 1 farmaco è inefficace.

Associata alla radioterapia: In genere i risultati sono migliori della sola radioterapia tanto per il controllo locale quanto per la sopravvivenza, cura carcinoma prostata metodo knife set loro rilevanza clinica è comunque ancora dibattuta. Radioterapia Risultati: - Aumenta il numero di risposta del tumore primario rispetto alla chemioterapia solo dal punto di vista di controllo locale.

Sequenziale con la CT: - Chemioterapia poi radioterapia, permette l'uso più efficace della chemioterapia la tossicità è minore. Tecnica di RT: Dosaggio: dose totale attualmente non ancora stabilita, classicamente 45 Gy in frazioni di 1.

Radioterapia: - da 24 Gy fino a 30 Gy.

RADIOTERAPIA STEREOTASSICA

Procedere terapeutico: 1. Rivalutazione: 1. Volume: cura carcinoma prostata metodo knife set le fosse sovraclaveari bilaterali; - ili polmonari bilaterali; - lobo superiore dx o sx; - corpi vertebrali adiacenti. Dosi frazionate elevate causano necrosi a livello delle cartilagini.

Trachea e bronchi hanno manifestazioni simili a quelli di altri organi cavi rivestiti da mucosa. In caso di radioterapia frazionata una dose superiore a 30 Gy in 4 settimane somministrata ad entrambi i polmoni determina una polmonite acuta seguita da fibrosi tardiva. La fase precoce della polmonite da raggi si rivela con tosse, espettorato, dolore toracico, febbre moderata.

Il quadro è dovuto alla comparsa di un essudato a livello degli alveoli e successivo ispessimento della parete. Si associano iperemia dei capillari, eccessiva produzione di surfactante, edema e congestione.

La fase tardiva è caratterizzata da collasso degli alveoli e riduzione della secrezione di surfactante. Clinicamente il quadro varia in rapporto al volume polmonare compromesso. Nei casi estremi si osserva dispnea e cuore polmonare cronico. Anatomia e modalità di disseminazine Localizzazione retroperitoneale Ll-L2 Stretto contatto con altri organi figura 1 quali stomaco, duodeno, reni, milza e vasi. La neoplasia interessa quasi sempre la testa del pancreas e comprime le vie biliari ittero.

I vasi linfatici sono molto abbondanti e drenano nel duodeno, nei linfonodi sovrapancreatici, nella rete portale e nei linfonodi cura carcinoma prostata metodo knife set estensione posteriore. Il sistema venoso è drenato del sistema della vena "porta" verso il fegato. L'interessamento peritoneale è più frequente quando la localizzazione della neoplasia è a livello della coda e del corpo del pancreas. Epidemiologia Questa neoplasia è la quarta causa di decessi cura carcinoma prostata metodo knife set USA e la sua incidenza è in aumento.

Quadro clinico I carcinomi del pancreas raramente vengono scoperti ad una stadio resecabile i sintomi non sono specifici. Se la massa tumorale è palpabile clinicamente conseguenza dell'ostruzione biliare o dell'interessamento dei linfonodi sovracanalicolari ci troviamo di fronte ad uno stadio avanzato.

Esami diagnostici TC addominale per definire l'estensione della malattia. Colangiografia trans-epatica e colangiografia retrograda ERCP che permette di valutare la componente biliare. Le metastasi epatiche o peritoneali di un diametro di almeno 1 cm sono diagnosticabili solo tramite una risonanza magnetica. TNM tabella 1. Terapia 6a. Radioterapia Gli organi limitanti figura 2 per quanto riguarda il dosaggio sono: - l'intestino tenue, lo stomaco, il fegato, i reni e il midollo spinale.

La sopravvivenza molto breve dei pazienti non permette di valutare le complicanze a lungo termine. Dosi e valori bersaglio Dopo chirurgia importanza dei clips. Dose: Gy una volta al giorno Volume: dal piatto superiore della vertebra dorsale D Il margine posteriore è di 1. Cura carcinoma prostata metodo knife set margine anteriore è di 2 cm davanti al tumore. Esiste un vantaggio in termini di sopravvivenza con il terapia combinato radio- chemioterapico. RETTO 1. Anatomia figura 1 Il retto è la continuazione del colon sigmoideo, si trova davanti alla III vertebra sacrale.

Il drenaggio linfatico del retto segue: i vasi rettali superiori che vanno nei linfonodi mesenterici inferiori. Possibile ruolo delle fibre alimentari nella carcinogenesi.

Quadro clinico Il sintomo più frequente è la melena. Gli altri sintomi sono le modificazioni dell'alvo, la nausea, il vomito, l'astenia e la presenza di una massa addominale. Esami diagnostici cliniche Tabella l stadiazione La digitoesplorazione rettale con esame rettale evidenzia una lesione: - ulcerante - infiltrante - di dimensione …. Chirurgia - Nella maggior parte dei pazienti è il terapia di scelta. Questo intervento permettere di mantenere la funzione anale naturale.

Le cura carcinoma prostata metodo knife set sono utili al momento della chirurgia per la radioterapia post-operatoria che definiscono sia il retto che il residuo tumorale. Tabella 4 2. Radioterapia Cura carcinoma prostata metodo knife set scopo della radioterapia è di diminuire il rischio di recidiva Iocoregionale. Epidemiologia Più frequente nella donna che nel maschio. Il rischio aumenta con l'età verso i 60 anni 3. Storia naturale e modalità di disseminazione Più frequentemente tramite estensione diretta e linfatica mentre la disseminazione ematologica è rara.

Fattori prognostici Le dimensioni del tumore influenzano negativamente la prognosi Interessamento linfonodale negativo Grado di differenziazione grado III 6. Presentazione clinica Sanguinamenti e disturbi anali sono i sintomi più comuni; meno frequenti sono la sensazione di massa anale, il prurito e le perdite anali.

Terapia Attualmente è la radio-chemioterapia che permette di conservare la funzione anorettale con una sopravvivenza identica a quella della chirurgia.

I campi di radioterapia includono i linfonodi emorroidali inferiori, gli iliaci interni e i linfonodi inguinali figura 2. Risultati Cura carcinoma prostata metodo knife set tabella Oltre il livello cumulativo di 60 Gy possono comparire ulcerazioni. Le manifestazioni tardive sono caratterizzate da atrofia delle mucose, fibrosi delle sottomucose e degenerazione della tunica muscolare e possono cura carcinoma prostata metodo knife set come conseguenza la stenosi.

La comparsa di una gastrite erosiva si verifica per dosi di 45 Gy. Nausea e vomito sono sintomi frequenti di accompagnamento. Dosi di Gy comportano una sintomatologia caratterizzata da nausea, cura carcinoma prostata metodo knife set, crampi, diarrea, e sindrome da malassorbimento. Porzioni epatiche tollerano dosi intermedie.

Trombosi delle vene epatiche sono descritte con dosi di Gy. A questi livelli di esposizione è anche possibile una necrosi epatica differita a mesi, circoscritta o estesa, potenzialmente letale.

Nelle autopsie la maggior parte presenta un carcinoma della prostata localizzato. Anatomia 1. Prostata 2. Vescicole seminali 3. Vescica urinaria 4. Sinfisi ubica 5. Cresta iliaca 6. Sacro e coccige. Retto e ano. Vie linfatiche: a. Linfonodi para-aortali b. Linfonodi iliaci comuni c. Linfonodi iliaci esterni d. Linfonodi iliaci interni e. Linfonodi otturatori f Linfonodi pre-ischiatici learn more here. Linfonodi pre-sacrali Fattori di rischio di sviluppo della malattia 1.

Genetico: Cumulazione familiare con modalità autosomale dominante. Ormonali: - learn more here del testosterone: non si riscontra fra gli eunuco. Segni di ostruzione ureterale prostatismo : - Pollachiuria - Nicturia - Diminuzione della forza del getto urinario - Esitazione iniziale alla minzione 2. Segni di infiltrazione uretrale - Ematuria, ematospermia 3. Digitoesplorazione rettale sospetta 4 Marker tumorali, PSA elevato 5.

Evoluzione naturale 1. Crescite locali con: - invasione delle vesciche seminali - estensione diretta attraverso la capsula dell'organo nei tessuti organici adiacenti 2. Metastatizzazione ematogena - ossea soprattutto del tronco - viscerale soprattutto epatica e polmonare Valutazione del tumore primario 1. RM endorettale in valutazione sembrerebbe la metodica la più accurata. Agobiopsia trans-uretrale e trans-rettale guidata col dito 4.

Laterale 1. Dorsale S2-S3. Ventrale la faccia anteriore della click the following article pubica. Limiti inferiori ventrali vedere il grosso volume. Dose finale: Gy. La radioterapia conformazionale: E' il tipo di radioterapia cura carcinoma prostata metodo knife set quale i margini di ognuno dei campi impiegati sono "conformi" alla proiezione su di un piano perpendicolare al raggio centrale del fascio associato ai contorni dell'organo e alle strutture irradiate.

Questo tipo di radioterapia tiene conto di un margine di sicurezza. Il vantaggio rispetto al procedimento standard è di risparmiare il tessuto sano con minimi effetti collaterali e con possibilità di aumentare la dose totale che ha un vantaggio sul controllo locale. I LNH sono considerati come una malattia sistemica con turbe e proliferazione non controllata di un clone di linfocito B o T.

Radioterapia

La classificazione dei linfomi NH si basa su criteri morfologici, e su tecniche immunologiche o molecolari. Infrascanner, la nuova tecnologia al servizio della salute. Ecco i campi di applicazione. Coronavirus, la Toscana si prepara ad affrontare le emergenze. Per il Ministero il rischio è moderato. Rischi in oftalmologia, occhio agli antibiotici. Depressione, cura carcinoma prostata metodo knife set Campania al via progetto di sensibilizzazione per combattere la malattia.

Superare le disuguaglianze, al via in Toscana il primo progetto sul Bilancio di genere. Innovazioni in oncologia, esperti si confrontano in un convegno a Grosseto. Giornata di raccolta del farmaco. SOS ai cittadini da Federfarma Palermo. Breast Unit Umbria per combattere il cancro della mammella. Polmonite, un vaccino nuovo e più economico per i cura carcinoma prostata metodo knife set di tutto il mondo. MSF chiede maggiore impegno. Codice etico e comportamentale per cura carcinoma prostata metodo knife set minori in ricovero ospedaliero.

Convegno al San Raffaele. Suicidi tra adolescenti, 4. Psichiatri poco attrezzati, servono centri dedicati. Roma, scarsa illuminazione e marciapiedi sconnessi. Go here dei lavoratori, prosegue la mobilitazione di protesta Ugl Sanità. Retinai maggiori esperti internazionali a Treviso si confrontano sulle innovazioni in oftalmologia. Malattie oncoematologiche e percorsi di immunoterapia. Convegno a Sassari. Il circo in ospedale, un messaggio di gioia per i piccoli pazienti del Bambino Gesù.

Sempre più chirurghe in corsia. I risultati di uno studio Anaao Giovani. Aou di Ferrara, dallo smartphone una app guida gli utenti verso reparti o ambulatori.

Patologie del calcio: dai traumi alla testa alle lesioni ai piedi. Sanità 5. Ugl Sanità, Franco Mangiafico nuovo responsabile generale provinciale del comparto pubblico. Calcio, ogni anno mila infortuni ai legamenti del crociato. Lora, F. Gregucci, A.

Di Fisica Sanitaria. Quali le ragioni? Dati epidemiologici provenienti. Versione cura carcinoma prostata metodo knife set Entrare Registrazione. Dimensione: px. Iniziare la visualizzazioe della pagina:. Giacinta Ferretti 4 anni fa Visualizzazioni. Documenti analoghi. Fiore, L. Trodella, L. Poggesi, R. D Angelillo, E. Iannacone, L. Fiore, Dettagli. Radioterapia Azienda-Ospedaliero Dettagli. Terapia Oncologica. PET e Radioterapia.

Diana Salvo. Problematiche tecniche nel planning del carcinoma polmonare non microcitoma Problematiche tecniche nel planning del carcinoma polmonare non cura carcinoma prostata metodo knife set I Volumi nella Stereotassi Learn more here. La radioterapia nelle metastasi cerebrali La radioterapia nelle metastasi cerebrali G. Senese ed Università di Siena Il tumore polmonare è la Dettagli.

Essa ha diversi campi applicativi, correlati all'impiego delle radiazioni ionizzanti e non cura carcinoma prostata metodo knife set, quali la vecchia radioterapia non oncologica, la radioprotezionistica, l'imaging, e particolarmente l' oncologia clinico-radioterapeutica e radiochemioterapica. Per la valutazione delle radiazioni ionizzanti l'unità di misura più utilizzata è il graycioè la dose di energia assorbita per unità di massa.

Qui l'unità di misura è il Sievert Sv. La dose equivalente viene calcolata moltiplicando la dose assorbita per un fattore di peso che dipende dal tipo di radiazione.

La dose efficace rappresenta la sommatoria delle dosi equivalenti; sommatoria moltiplicata per un fattore di ponderazione tissutale, ovvero per pesi relativi ai vari organi e tessuti; questi ultimi pesi tengono conto della diversa sensibilità alle radiazioni degli organi e dei tessuti irradiati. La radioterapia è un metodo di cura praticamente indolore di per sé. Nei casi in cui vengano utilizzati trattamenti palliativi risulta inoltre avere anche effetti collaterali minimi ad esempio, modeste irritazioni cutanee della zona 'bombardata'.

Nei casi in cui invece vengano utilizzati trattamenti radicali si possono indurre vari tipi di effetti collaterali che si manifestano durante read article nelle settimane successive il trattamento stesso effetti collaterali di tipo precoce oppure nei mesi o anni direttamente successivi al trattamento effetti collaterali di tipo tardivo.

Uno di questi effetti collaterali è la fibrosiun indurimento dei tessuti e delle ghiandole linfatiche nella zona sottoposta a trattamento radiante. La natura degli effetti collaterali dipende dall'organo trattato, da frazionamento, tasso di dose, tempo totale di trattamento, intervalli nel trattamento, volume irradiato, tipo di tecnica utilizzata.

Una volta escluse grazie ad apposite e rigorose procedure osservazionali e preventive le possibilità di incidenti, uno degli obiettivi principali della moderna radioterapia è quello di ridurre al minimo gli effetti collaterali, e di aiutare i pazienti a capire e accettare quegli effetti collaterali che non sono eliminabili.

Gli effetti collaterali si dividono in acuti e cronici; vi sono state nel tempo diverse definizioni, da diversi autori, circa quando definire acuti o cronici gli effetti collaterali. Si sono definite complicanze immediate quelle entro il primo giorno; danni acuti quelli a partire dal primo giorno successivo all'inizio del trattamento e fino a giorni; danni tardivi o cronici quelli dopo giorni.

Effetti collaterali tardivi o cronici sono stati definiti da altri quelli che si verificavano dopo 90 giorni dall'inizio del trattamento ed ancora quelli comparsi 90 giorni dopo la fine del trattamento o quelli non guariti entro cura carcinoma prostata metodo knife set giorni dalla fine del trattamento.

Molti effetti collaterali sono previsti ed attesi. Questi cura carcinoma prostata metodo knife set possono risultare anche minimi, e dipendono dal tessuto che riceve il trattamento:. Altri progetti. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questa voce o sezione sugli argomenti procedure mediche e oncologia non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. Puoi migliorare questa voce aggiungendo citazioni da fonti attendibili secondo le linee guida sull'uso delle fonti.

Archived from the original Archiviato il 5 gennaio in Internet Archive. Queste problematiche a cui si deve far fronte nella pianificazione ed erogazione del trattamento, sono connesse ad errori che riguardano maggiormente il posizionamento del paziente sul lettino e il movimento degli organi dovuti principalmente alla respirazione e alla digestione, che possono portare in sede di erogazione del trattamento a colpire tessuti non tumorali.

Lo scopo principale della radioterapia guidata dalle immagini, è quello di concentrare la dose del trattamento esclusivamente ai tessuti tumorali, per lasciare intatti i tessuti sani circostanti la neoplasia. È per questo e per altri motivi discussi in seguito che la risonanza magnetica è stata reputata la tecnica di imaging più adatta da accostare alla radioterapia. Nel primo capitolo, si sono descritti i principi fisici su cui si basa la radioterapia, la modalità di iterazione tra le particelle costituenti il fascio di erogazione del cura carcinoma prostata metodo knife set e quelle tumorali costituenti il tessuto bersaglio, le fasi in cui è composto il trattamento radioterapico, la pianificazione e l erogazione dello stesso, soffermandosi in particolar modo sugli errori di posizionamento del paziente.

Nel this web page capitolo si è introdotto il concetto di radioterapia guidata dalle immagini, accostandola alla risonanza magnetica nella cura di specifici tumori situati nei polmoni, nella zona del collo e della cura carcinoma prostata metodo knife set, e nella prostata.

Infine, nel terzo capitolo si sono descritti gli impianti che integrano un sistema di acquisizione di immagini con risonanza magnetica con un sistema per il trattamento radioterapico, descrivendo inoltre i vari protocolli e normative da rispettare nella progettazione ed utilizzo degli stessi. È una tecnica molto diffusa, data la semplicità con cui è possibile produrre e focalizzare cura carcinoma prostata metodo knife set fasci di radiazioni ionizzanti con le caratteristiche adatte.

L unità di misura della quantità di radiazione nella radioterapia è il Gray Gy. L esposizione di un Gray, corrisponde ad una radiazione che deposita un joule di energia per un Kg di materia: essa varia a seconda del tipo di tumore da cura carcinoma prostata metodo knife set e dallo stato di avanzamento in cui si trova. La dose media per il trattamento di un tumore va dai 60 agli 80 Gy, che viene somministrata al paziente frazionandola in un arco temporale di sedute.

Il frazionamento della dose permette alle cellule sane che sono state colpite dalla cura carcinoma prostata metodo knife set di risanarsi tra una seduta cura carcinoma prostata metodo knife set l altra di radioterapia; le cellule malate invece non hanno la stessa velocità di rigenerazione, esse in questo arco di tempo riescono a riossigenarsi risultando più sensibili alle radiazioni nella successiva seduta.

La radioterapia viene utilizzata per provocare danni al DNA delle cellule cancerose, mediante l energia di fotoni o di particelle cariche. I danni agli atomi che creano la catena del DNA sono causati sia dalla ionizzazione primaria che da quella secondaria. Quest ultima ha come risultato la ionizzazione delle molecole d acqua presenti nelle cellule, da cui si formano radicali liberi i gruppi OHche danneggiano il DNA. Le cellule hanno un meccanismo di riparazione di danni ad una sola elica del DNA, pertanto danni ad entrambe le eliche risultano essere il miglior modo per uccidere le cellule.

Inoltre le cellule cura carcinoma prostata metodo knife set, rispetto alle cellule sane, si riproducono maggiormente ma hanno una capacità ridotta di riparare i danni causati al proprio DNA, pertanto anche il danno alla singola elica di DNA viene trasmesso durante la divisione cellulare, aumentando i difetti del DNA delle cellule malate e causando loro la morte o quantomeno il rallentamento della riproduzione.

Purtroppo esistono anche 8. Dato che l ossigeno è molto sensibile alle radiazioni, una quantità notevole di tale elemento aumenta l efficacia della dose.

Di conseguenza le cellule cancerose, deficitarie di ossigeno possono essere molto più resistenti agli effetti delle particelle ionizzanti rispetto alle cellule sane. Per questo motivo, si possono applicare tecniche per aumentare l click to see more della zona tumorale in fase di trattamento o diminuire l ossigeno nei tessuti sani antistanti il tumore per ridurne il danno biologico.

Il progresso della tecnologia per le immagini biomediche è stato fondamentale in campo medico, soprattutto per quanto riguarda la radioterapia. Il range di applicazione delle suddette immagini è molto ampio: include la diagnosi, la prognosi, la stima dello stadio del tumore e dei tessuti sani circostanti e l impiego delle immagini per la pianificazione della radioterapia per confermare la posizione del tumore.

Le modalità più diffuse di radioterapia sono: - radioterapia a fasci esterni: essa consiste nell irradiare la zona interessata dall esterno, utilizzando, cura carcinoma prostata metodo knife set maggior parte dei casi, just click for source acceleratore lineare; - brachiterapia: il nome significa terapia da vicino, e viene effettuata introducendo una sostanza radioattiva nelle vicinanze o all interno del tessuto da sottoporre al trattamento; - radioterapia intraoperatoria: essa consiste nell erogazione del trattamento nel corso dell intervento chirurgico; - terapia radio metabolica: essa consiste nell utilizzo a scopo terapeutico di radio farmaci metabolizzati dall organismo.

Analogamente ad altre terapie, la scelta dell'uso della radioterapia per trattare alcuni particolari tipi di cancro, dipende da una serie di fattori. Tra questi bisogna ricordare primariamente ma non solo il tipo di cancro, lo stato fisico del paziente, lo stadio della malattia e la locazione del tumore nell'organismo.

Il fisico medico addetto alla radioterapia, che ha la responsabilità degli apparecchi per il loro funzionamento e sicurezza; egli elabora anche soluzioni tecniche per il trattamento da condividere con il medico radioterapista, il quale poi andrà a scegliere il trattamento più idoneo. Il tecnico di radiologia medica addetto alla radioterapia, che ha una preparazione sia come tecnico di radiologia in senso generale, che come tecnico radioterapista in particolare.

Egli effettuerà, di giorno in cura carcinoma prostata metodo knife set, il trattamento al paziente, che dovrà essere messo sempre nella giusta posizione. Inoltre provvede, sotto la guida del medico, a tutte quelle operazioni di tipo radiologico, che servono per localizzare la parte del corpo che deve essere irradiata Il paziente Quando un paziente si presenta presso un centro di radioterapia, per prima cosa vengono raccolte il maggior numero di informazioni riguardanti la sua storia cura carcinoma prostata metodo knife set.

Poi, dopo una visita accurata, vengono svolti o richiesti cura carcinoma prostata metodo knife set per stabilire l estensione della malattia. Dopo di che, il radioterapista decide il tipo di trattamento che deve essere messo in atto, valutando le possibilità tecniche, per irradiare la zona dove ha o ha avuto sede la neoplasia.

Il paziente, verrà lasciato solo nella stanza di trattamento, sotto l attenta sorveglianza dei tecnici addetti alla radioterapia che lo seguiranno mediante l uso di telecamere e di un interfono. Durante le prime sedute del trattamento, e talvolta durante anche tutto il periodo, si effettueranno saltuariamente delle verifiche su pellicola o su carta, per confermare check this out esatta esecuzione del trattamento vero e proprio.

La dose complessiva di radiazioni, viene decisa in base alle caratteristiche del tumore e viene somministrata in genere una volta al giorno per cinque giorni cura carcinoma prostata metodo knife set settimana, per un certo numero di settimane. La radioterapia esterna, non rende in alcun modo nessuna parte del corpo radioattiva e non ci sono problemi nei contatti con le altre persone, una volta usciti dalla seduta di radioterapia.

Ogni paziente ha una propria reazione al trattamento radioterapico, sia dal cura carcinoma prostata metodo knife set di vista psichico che fisico. È molto importante che il paziente sia motivato alle cure che fa, che ne conosca sia gli effetti positivi che quelli indesiderati. Ogni incertezza deve essere chiarita con il medico, per cura carcinoma prostata metodo knife set fonti di disagio e paura.

Il paziente deve giudicare se gli è possibile continuare la propria attività lavorativa durante il trattamento, compatibilmente con le proprie condizioni generali; deve potersi riposare per tutto il tempo che desidera.

Dopo la fine della radioterapia, se tutta la cura oncologica è terminata, il paziente entrerà nella fase dei controlli periodici, che potranno essere effettuati presso il centro radioterapico medesimo. Durante le visite di controllo potranno essere richiesti esami del sangue, radiografie, o esami quali tomografia computerizzata TC o risonanza magnetica RMsoprattutto se la malattia era collocata in sedi inaccessibili ad un esame dall esterno.

Simulazione 2. Piano di trattamento 3. Strategie di correzione degli errori di set-up 4. Erogazione del trattamento 5. Valutazione della risposta al trattamento Un approccio più vecchio, si basa su un simulatore convenzionale a due dimensioni, composto da un tubo a raggi X capace di compiere gli stessi movimenti meccanici di quello utilizzato nell erogazione del trattamento.

Nella radioterapia moderna la modalità di imaging più diffusa è la tomografia computerizzata, grazie ai suoi costi accessibili, e alla buona qualità delle immagini per quanto riguarda la definizione della densità dei tessuti analizzati.

In questa fase, il paziente è posizionato grazie all uso di laser ottici e immobilizzato nello stesso modo in cui sarà durante l erogazione del trattamento. Si quantifica l estensione del tumore grazie all uso di immagini biomediche ottenute generalmente con RM o TC, a seconda del tipo di tumore e di dove esso sia situato. Inoltre è possibile combinare diverse modalità di acquisizione di immagini cura carcinoma prostata metodo knife set loro, per ottenere una visualizzazione ottimale del tumore e della zona in cui esso è situato, un esempio è mostrato in figura 2, dove è rappresentata una fusione multimodale di immagini 3D.

Figura 2 Rappresentazione di un tumore al fegato non operabile mediante tomografia computerizzata a fascio conico cura carcinoma prostata metodo knife set il piano coronale in gialloacquisita durante il trattamento per la delineazione del volume bersaglio, e successivamente registrata per la fase di pianificazione del trattamento con tomografia computerizzata con mezzo di contrasto.

Il tumore centrale adiacente alla vena porta in rossoè stato trattato con sei fasci non complanari fasci colorati.

Per ottenere una migliore distribuzione della dose di radiazioni nel volume bersaglio, vengono disegnati i campi di irradiazione con un margine di sicurezza al fine di minimizzare l irradiazione dei tessuti sani e quindi per ridurre il rischio di effetti collaterali.

Allo stesso tempo, i margini devono essere sufficientemente ampi da coprire adeguatamente il volume bersaglio e non compromettere la probabilità di ottenere il controllo locale della malattia. Tipicamente il volume del tessuto trattato viene suddiviso in diverse regioni, come mostrato in figura 3: Figura 3 Rappresentazione schematica rappresentante i tipi di volume utilizzati nella pianificazione tridimensionale del trattamento, check this out è stata definita dall International Commission on Radiation Units cura carcinoma prostata metodo knife set Measurements.

Viene definito per selezionare le appropriate dimensioni che consentono di assicurare la dose al CTV. Per una radioterapia ad alta precisione, il volume da trattare https://ought.naeh.bar/5354.php essere conforme al PTV, per questo motivo è molto importante definire correttamente il range di incertezze di set-up, e fornire margini adeguati dal CTV al PTV, per evitare il rischio di errori geometrici durante l erogazione del trattamento.

L errore di set-up, è definito come la differenza tra la posizione che il paziente assume e quella che avrebbe dovuto assumere durante il trattamento. Per ridurre gli errori di set-up, sono utilizzati due tipi di approcci, entrambi basati sulle tecniche di imaging: uno comprende una procedura online, l altro una offline. Nella procedura online, acquisizioni e informazioni sull assestamento del tumore vengono prese giornalmente, tipicamente prima di ogni trattamento: semplici correzioni sono fornite per migliorare la posizione del paziente prima dell erogazione delle radiazioni.

Nella procedura offline, si acquisiscono le immagini senza intervenire immediatamente sul paziente: nel caso siano erogati più trattamenti tipicamente tre o più di tresi effettua una analisi statistica per calcolare l offset dovuto a errori sistematici e la deviazione standard degli errori di set-up del paziente.

La correzione degli errori sistematici, principalmente dovuto ad incertezze geometriche del volume bersaglio, avrà effetto sulla restante parte cura carcinoma prostata metodo knife set trattamento.

La certezza dell analisi statistica cresce all aumentare del numero dei trattamenti erogati. In generale, le correzioni dovute al metodo online portano a grande riduzione dei cosiddetti errori geometrici rispetto alla strategia offline, ma sia la spesa che il lavoro compiuto La procedura online è più appropriata nel caso di tumori molti vicini a tessuti vitali. Attraverso la procedura offline, si possono registrare di volta in volta gli errori di set-up del paziente, e utilizzare queste informazioni prima della cura carcinoma prostata metodo knife set seduta per individuare il volume del tumore che dovrà essere irradiato.

Al momento, una ripianificazione giornaliera non è fattibile perché troppo laboriosa e dispendiosa: un possibile scenario di procedimento, è quello di fare acquisizioni giornalmente sullo stadio del tumore, e modificare il piano di procedimento della terapia solo se il tumore o l area dei tessuti sani muta.

Link, non è stata stabilita né una frequenza standard di acquisizione delle immagini, né la soglia oltre la quale è read article ripianificare la radioterapia: gli sviluppi nel definire automaticamente il confine dei tessuti sani, di pianificare la terapia e nel correggere gli errori, sono necessari per avere una pianificazione della terapia ottimale e correggere prontamente gli errori Erogazione del trattamento In questa fase, l read article della dose prescritta, avviene in accordo al piano di trattamento stabilito Valutazione della risposta al trattamento Infine, in questa quinta fase, si valuta la risposta del tumore a seguito del trattamento radioterapico, per stabilire e pianificare gli eventuali trattamenti successivi.

Per questo motivo, la risonanza magnetica ha assunto un here sempre più importante nella cura oncologica dei tumori, soprattutto in associazione al trattamento radioterapico: per molte regioni anatomiche, come il sistema nervoso centrale, testa, collo e area pelvica, è considerata essere la tecnica di imaging più appropriata nel definire lo stadio, e l assetto spaziale del tumore.

Infatti grazie agli sviluppi della TC, della RM, di software per la pianificazione della terapia ed erogazione della stessa attraverso controllo computerizzato, è stato possibile uniformare la radiazione nel modo più preciso possibile ai confini predefiniti del tumore, risparmiando i tessuti sani. In questo modo, è possibile ottimizzare la posizione del paziente e il raggio radiante viene erogato cura carcinoma prostata metodo knife set modo da andare a colpire più precisamente il confine del volume tumorale e lasciare intatti i tessuti sani.

La tomografia computerizzata, l imaging a risonanza magnetica, gli ultrasuoni USe immagini a raggi X possono essere utilizzati nella radioterapia guidata dalle immagini per la visualizzazione di ossa o di tessuti molli. Altri metodi per la IGRT, usano dei markers disposti sul corpo del paziente o all interno di esso. La IGRT è particolarmente indicata per trattare tumori in aree del corpo soggette a movimenti, o tumori in aree circondate da tessuti e organi vitali. In questo tipo di radioterapia, l analisi dei cambiamenti anatomici durante il corso di pianificazione ed erogazione del trattamento, permette di ridurre i margini del Planning Target Volume PTVmisurando allo stesso tempo il movimento del Clinical Target Volume CTV ad ogni fase della respirazione del paziente.

In questo modo non vi sono movimenti degli organi durante la simulazione, e viene acquisita un immagine CT della zona di interesse. In respiro controllato, il paziente respira liberamente, e il trattamento è erogato solo in fasi ben definite del ciclo respiratorio, e in queste fasi vengono fatte acquisizioni CT. Infine, nella terza modalità, il paziente respira liberamente e il campo di erogazione, si muove seguendo il Clinical Target Volume CTV durante il ciclo respiratorio.

Con la tomografia computerizzata posso soddisfare tutti e tre i tipi di cura carcinoma prostata metodo knife set, mentre l imaging a risonanza magnetica è utilizzata solo nei casi in cui al paziente è permesso di respirare liberamente. Oggi, con la radioterapia guidata dalle immagini, sono stati ottenuti vantaggi consistenti nel campo della radioterapia oncologica, perché essa di fatto si presenta come opportunità terapeutica concreta, talvolta prioritaria, e non più come soluzione palliativa o limitata a casi particolari.

La finalità principale della IGRT è l eradicazione della massa tumorale, anche se localizzata vicino a organi vitali, con la preservazione dei tessuti sani. L aumento della dose al tumore attraverso l utilizzo di questa tecnica, ha aumentato l efficacia della radioterapia in tutti questi tipi di neoplasie maligne. In questo modo è possibile incrementare il numero di pazienti guariti senza complicazioni, e quindi migliorare il cosiddetto indice terapeutico del trattamento. Per quanto riguarda la diffusione a livello nazionale delle apparecchiature per IGRT, si possono mettere a confronto dati relativi a Gennaio e Gennaio derivanti dai documenti messi a disposizione dall AIRO: Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica.

Già nelalcune regioni italiane come l Emilia Nel medesimo anno si è registrato che oltre 50 acceleratori lineari per IGRT more info presenti sul territorio nazionale. All inizio del è stato registrato che in Italia esistono centri di Radioterapia Oncologica con una media nazionale di circa 3 centri ogni milione di abitanti.

La media di centri di Radioterapia Oncologica risulta essere più bassa al Sud 2,7 e più alta al Centro 3,7. Per quanto riguarda le macchine disponibili esistono acceleratori lineari linac e 38 apparecchiature in grado di eseguire tecniche speciali: la media nazionale è di circa 6 linac per milione di abitanti ma la loro distribuzione sul territorio varia sensibilmente da regione a regione.

Globalmente nelle regioni del Nord esistono linac pari a 6,7 cura carcinoma prostata metodo knife set per milione di abitantinel Centro 99 linac pari 7,4 linac per milione di abitanti e nel Sud e nelle isole 94 linac pari a 4,9 linac per milione di abitanti.

È evidente pertanto una disomogeneità territoriale con alcune regioni che cura carcinoma prostata metodo knife set, a volte superandoli, gli standard europei che prevedono dalle 7 alle 8 macchine di alta energia per milione di abitanti ed altre che sono molto al di sotto di essi.

Concludendo, è possibile indicare come sia necessaria in generale, una Struttura complessa di radioterapia ogni abitanti, e di un linac ogni abitanti.

Invece, utilizzando diverse sequenze di immagini ottenute con la risonanza magnetica, il cura carcinoma prostata metodo knife set e il confine tra esso e i tessuti sani circostanti vengono definiti in modo più preciso: per questo motivo, le immagini di risonanza magnetica possono fornire una descrizione migliore del volume bersaglio che si andrà a colpire durante il trattamento radioterapico vedi figura 4.

Un altro vantaggio dell uso della risonanza magnetica rispetto alla tomografia computerizzata sta nella capacità di evitare gli artefatti ossei e metallici: un artefatto, conduce a immagini con erronee rappresentazioni dell anatomia cura carcinoma prostata metodo knife set paziente che, se non riconosciute, possono determinare errori nella diagnosi.

Per esempio, le larghe e spesse ossa corticali possono attenuare le radiazioni e ridurre la qualità nella visualizzazione dei tessuti molli circostanti, spesso oscurando l identificazione del tumore collocato nelle vicinanze. Le immagini di risonanza magnetica possono essere utilizzate per valutare se il tumore analizzato fa parte del tessuto che è già stato trattato, oppure sia un evoluzione del tumore stesso nella zona già irradiata, e in quest ultimo caso stabilire se iniziare un trattamento anticipato rispetto al previsto o meno.

Un riassunto delle caratteristiche positive e negative dell utilizzo della risonanza magnetica come tecnica di imaging è rappresentato in tabella 1: Tabella 1 Vantaggi e svantaggi dell uso di immagini di risonanza magnetica per la pianificazione del trattamento cura carcinoma prostata metodo knife set.

Benché la risonanza magnetica sia una tecnica vantaggiosa e allettante per la pianificazione di un trattamento radioterapico, vi cura carcinoma prostata metodo knife set alcuni problemi che devono essere presi in considerazione per quanto riguarda la detezione del volume bersaglio, o per aspetti che riguardano le poche informazioni sulla densità degli elettroni presenti nella zona analizzata, e alcune potenziali distorsioni delle immagini di RM.